venerdì 7 giugno 2013

Hachis parmentier (seconda versione)

Nonostante gli impegni dell'ultimo mese il tempo per cucinare non è mai mancato anzi, a dire il vero spesso, mi sono trovata ad anticiparmi la sera dei piatti un pò più elaborati che il giorno dopo dovevo limitarmi solo a scaldare.
Sarò machiavellica ma non mi piace non avere la situazione sotto controllo sia nella vita privata che nel lavoro.
Questo piatto dall'altisonante nome è tipico della cucina francese, originariamente preparato per usare gli avanzi dell'arrosto, oggi viene spesso cucinato utilizzando la carne tritata.
Io l'ho già postato all'inizio della mia avventura (qui) ma è una versione un pò diversa rispetto a quella che vi propongo oggi, in ogni caso entrambe sono deliziose.






Ingredienti:
  •  per il soffritto: due carote, sedano, una cipolla
  • olio extra vergine d'oliva Dante ConDisano
  • 500 g di carne tritata
  • un bicchiere di vino rosso
  • sale
  • noce moscata
  • 200 g di piselli
  • 1 foglia d'alloro
  • 300 g di passata di pomodoro
per il purè:
  • 1 kg di patate
  • 400 ml di crema di latte
  • 100 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • sale
  • noce moscata
per gratinare:
  • fiocchi di burro
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
Preparazione:

Tritate la cipolla, riducete a dadini le carote e il sedano e mettete a stufare a fuoco medio, e con poca acqua, in una padella larga.
Appena l'acqua si sarà completamente asciugata, e le verdure risulteranno morbide, aggiungete un filo d'olio e far rosolare appena.
Unite il tritato e "sgranatelo" bene con un cucchiaio di legno (non devono rimanere delle palle di carne).
Appena la carne avrà preso colore aggiungete un bicchiere di vino e lasciate evaporare.
Salate, pepate, aggiungete la noce moscata. Aggiungete i piselli e fate cucinare a fiamma bassa e semicoperto, unite la passata e fate cuocere circa mezz'ora.
N.B. E' importante non mettere i piselli all'inizio perchè si ridurrebbero in purea, inoltre per i tempi di cottura dipende dalla tipologia di piselli che utilizzate.
Ho imparato che in cucina non esistono tempi standard insindacabili ma bisogna conoscere le caratteristiche degli ingredienti usati e anche i propri elettrodomestici.


Bollite le patate in abbondante acqua salata, schiacciatele con lo schiacciapatate quando sono ancora calde, mettetele sul fuoco a fiamma bassa e unite gradatamente tutti gli ingredienti sempre mescolando.
Il purè dovrà essere piuttosto consistente.

Composizione della hachis parmentier:
Imburrate una pirofila, stendere lo strato di ragù, coprire con il  purè e rigate la superficie con i rebbi di una forchetta, cospargere la superficie con parmigiano reggiano grattugiato e fiocchi di burro.



Infornate a 180°C fino a doratura.


9 commenti:

  1. Ciao Caterina :) E' una vita che vorrei provarlo, la tua versione mi piace tantissimo... prendo nota! ;) Complimenti, bravissima come sempre :) Un abbraccio forte e buon weekend :**

    RispondiElimina
  2. Caterina che esecuzione magnifica sotto quel letto di pure' si nasconde una delizia.Ricetta stupenda.Complimenti e buon w.e.

    RispondiElimina
  3. Wow questo sì che è un super piatto :) completo nutriente e goloso :) che altro desiderare di più? e poi con quella crosticina!!!!

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questo piatto che trovo delizioso. Bellissima presentazione, complimenti.

    RispondiElimina
  5. Fantastica preparazione!!!! Brava!

    RispondiElimina
  6. sai che non l'ho mai preparato, ma il tuo mi ispira proprio l'assaggio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. Che bel piatto! Mi è nuovo, lo terrò a mente ^_^

    RispondiElimina
  8. Caterina io al contrario ho dei periodi che arrivo al momento di pranzo o cena e devo inventarmi qualcosa sono poco organizzata in questo periodo....
    e ammiro chi come te riesce ad organizzarsi! che buono deve essere questo piatto mi hai davvero messo curiosita'!
    un bacione

    RispondiElimina